La fitodisidratazione del fango

I sistemi di fitodepurazione possono essere facilmente adattati per trattare fanghi e acqua di scarico con presenza di inquinanti, parliamo quindi di fitodisidratazione. La disidratazione dei fanghi e la loro mineralizzazione è ottenuta distribuendo i fanghi sulla superficie di sistemi a flusso verticale appositamente progettati.
fitosidratazione-sezione-tipo Le Phragmites Australis assorbono tassi particolarmente elevati di acqua che traspira nell’aria attraverso le foglie. Questo processo operato dalle piante, in combinazione con una funzione di drenaggio e una migliore l’aerazione del substrato data dalle piante stesse, dà come risultato una alta efficienza di disidratazione applicata ai fanghi ma a bassissimi costi.

Il fango da disidratare è incorporato negli strati superficiali microbiologicamente attivi della zona delle radici delle Phragmites in cui è mineralizzato e trasformato in suolo.

fitosidratazione-sezione-tipo2www.blumberg-engineers.de

A seconda del clima, di solito fanghi disidratati hanno un contenuto di sostanza secca del 40 % che viene ridotta al 5 % del suo volume originale.
In ragione della portata di tali riduzioni del volume, l’accumulo di fanghi mineralizzati deve essere rimosso solo ogni 10 anni. Questo residuo può essere trasformato in compost, e utilizzato per orticoltura, agricoltura o vivaismo, senza la necessità di essere incenerito come di solito accade non potendo godere del suo riutilizzo.

Obiettivi del processo di fitodisidratazione dei fanghi

  1. Portare la sostanza secca attraverso la fitodisidratazione da un contenuto superiore al 40%, al 5%.
  2. Riduzione dei costi per l’energia elettrica, la manutenzione, la gestione, ed il personale
  3. Sanificazione dei fanghi mediante compostaggio per un altro anno dopo un intervento di fitodisidratazione durato da 8 a 12 anni.
  4. Produzione di un materiale solido disidratato, che ha una grande varietà di applicazioni e alternative economiche di riciclaggio e reimpiego.
  5. La formazione di un biotopo consistente di piante palustri (elofite) e la sua associazione naturale a fauna selvatica.

Riassumento, la fitodisidratazione è una tecnologia per la disidratazione e mineralizzazione dei fanghi di depurazione con una durata di 8-12 anni di funzionamento seguito ad un processo di compostaggio per la produzione di humus. Tale prodotto offre molte applicazioni per una filiera economica di riciclo. La fitodisidratazione contribuisce alla creazione di nuove modalità di smaltimento a medio e lungo termine. Il metodo funziona senza additivi chimici. Il trattamento di fitodisidratazione è economicamente efficiente rispetto ai trattamenti meccanici convenzionalo.

www.blumberg-engineers.de

fitodisidratazione-fango-planimetriaplanimetria impianto artecambiente

fitodisidratazione-fango-fotowww.blumberg-engineers.de
fitodisidratazione-fango-foto2www.blumberg-engineers.de